Hypersmash.com
 
 

Dall’high-tech all’high-care, la rivoluzione silenziosa dei padri italiani

 

La Repubblica in questo articolo fa l’identikit del padre “high care”, ultima classificazione del maschio italiano che si occupa del nascituro quasi a tempo pieno favorito dalla disponibilità delle loro mogli a cedere al richiamo della maternità. Si tratta di un fenomeno non nuovo per l’Associazione dei Mariti Italiani che ha identificato da qualche anno l’emergere dell’omologa categoria dei “mariti high-care”. Per AMI questo fenomeno dimostra che le mogli di oggi, talvolta per necessità, riconoscono il valore della paternità senza esigere dai propri mariti comportamenti forzatamente materni; questo nuovo modo di vedere la relazione di coppia offre ai mariti la libertà di appropiarsi di importanti ambiti della vita familiare che reinterpretano con il loro unico stile.

Leggi l'articolo


Scrivi un commento




Per ragioni di sicurezza, abbiamo inserito l'antispam per gli utenti non registrati.
Fai log in»
Commento:

Rispondi con un numero. Esempio:uno+uno? 2